Arya

La nascita della furetta Arya era stata pianificata con tanto anticipo da un’allevatrice attenta e il parto è stato seguito da un veterinario. Arya è nata per ultima, inaspettata, dopo che i suoi fratelli avevano già visto la luce e che il travaglio sembrava ormai concluso. Per liberarla dalla placenta, la mamma le ha amputato la zampetta anteriore sinistra e la coda. Arya è sopravvissuta a questo trauma. Essendo una furettina estremamente tenace, è perfettamente in grado di fare tutto ciò che gli altri furetti fanno abitualmente, compensando il suo handicap senza grosse difficoltà. La storia di Arya ci sottolinea quanto sia delicata la riproduzione di questa specie. Se questo è accaduto con le condizioni ideali, un veterinario che la supervisionava e un’allevatrice esperta, cosa potrebbe succedere quando ci si improvvisa ? La riproduzione degli animali non è un gioco e andrebbe presa con grande serietà per evitare che i nostri animali ne paghino le conseguenze.

Annunci